CONSORZIO I PROSCIUTTO DI PARMAI CUCINA
ITA | ENG | FRA | DEU | AUS | USA | JPN | CHN
PRODUTTORII EXPORT AREAI AREA STAMPAI CONTATTI

Tagliatelle broccoli, zafferano e Parma

DIFFICOLTÀ: medio
COSTO: medio

Ingredienti x4

per la pasta
  • 2 uova intere
  • 200 g di farina 00
per la salsa
  • 100 g di broccoli
  • 2 bustine di zafferano
  • 1 scalogno
  • 100 g di panna fresca liquida
  • 50 g di Parmigiano-Reggiano
  • 10 fette di Prosciutto di Parma
  • sale, pepe, olio extravergine d’oliva


Preparazione

 

Impastate la sfoglia con uova e farina, poi lasciate riposare in frigo per 15 minuti il panetto protetto con pellicola. Stendete la pasta e tagliate le tagliatelle alte 3/5 mm.

Nel frattempo bollite per 5 minuti i broccoli a cimette, scolateli e rosolateli in olio insieme con uno scalogno e una fetta di Prosciutto di Parma tagliata a julienne.

Aggiungete lo zafferano, la panna, il formaggio e il pepe. Aggiustate di sale.

Cuocete le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolatele al dente e passatele in padella con il sugo di broccoli e zafferano.

Foderate i pirottini con due fette di Prosciutto di Parma e distribuite le tagliatelle. Passate in forno a 180° per 4/5 minuti. Sformate e guarnite con una cimetta di broccolo e una julienne di prosciutto.

 

Presentazione dello chef Nicola Ferrari

Sono nato a Ferrara e, senza falsa modestia, credo di essere generoso e, spero, anche simpatico. Amo molto la cucina della mia nonna paterna Edda, da cui spesso traggo ispirazione e alla quale chiedo frequentemente consigli sui piatti della tradizione della nostra terra.

Come già ho accennato il forte legame con la nonna, mia ispiratrice e musa, la dice lunga sul fatto che sono rimasto molto legato alla mia famiglia e alla cucina del territorio ferrarese. Sostanzialmente la tradizione che amo deve tuttavia “piacermi”, perciò, al bisogno, ritengo di dover apportare tutte quelle modifiche che la rendono davvero affine ai miei gusti, più moderna e rivisitata per un risultato sempre migliore.

I miei amici più cari esercitano tutti la professione di cuoco e chef, come me. Questo fatto, tuttavia, non alimenta tra di noi nessuna rivalità o invidia, anzi io sono molto orgoglioso dei loro successi e spessissimo collaboro con loro alla realizzazione di serate o importanti cene e celebrazioni. Per me è una gioia lavorare con gli amici.

Una parte del lavoro che svolgo, ed è davvero gratificante, è l’insegnamento: infatti insegno presso l’istituto alberghiero IAL di Ferrara e amo trasmettere ai ragazzi più giovani le mie esperienze e la mia passione per questa professione. Questo lavoro, l’insegnamento, vorrei che fosse un punto fermo della mia professione, perché mi piace motivare gli allievi e convincerli che questo lavoro si deve fare con amore; mi adopero perchè instaurino un buon approccio con questa professione, talvolta faticosa e impegnativa, ma che sa regalare anche profonde e inaspettate soddisfazioni.

In collaborazione con: